Tyranny of Dragons - Spoiler

Beast Report Cards - Ep. 11
mirabili voti

ALRIK: 7 – Nonostante non sia mediamente efficace nel danno, colpisce spesso e volentieri. Una volta che capirà che le asce non servono in diplomazia, sarà davvero completo. Epica la scena del doppio attacco e doppio critico. – GEMELLO DERRICK

ADIJSH: SV – Ritorna al suo incarnato naturale ma risulta provato dalla malattia. Chiede ed ottiene la mutua, ma si cucca anche i controlli dell’ASL e resta a casa – ASSENTE GIUSTIFICATO

KEEVAN: 7,5 – Ha un nuovo cavallo! E muore dopo tre round! Un nuovo record (six horse left). La cosa divertente, però, è che lo rievoca facilmente ma nulla gli vieta di vendicare il torto subito con il suo coltellino troppo lungo – V PER VENDETTA

TREVOR: 6,5 – Ancora al centro dell’azione, tira fuori tutta la sua galanteria scagliando sulla schiena di una donna cultista uno sgabello. Poi, sempre per cavalleria, la affronta in duello senza alcuna pietà. Sembra di assistere ad una versione GDR di Teorema – MARCO FERRADINI

JEMNA: 8 – Gnome: né con loro, né senza di loro. Soprattutto se ti manca il ladro in gruppo. Svende indizi agli eroi e risponde ad Alrik con una sagacia degna di un ammaestratore di tigri… nane – SPECCHIO RIFLESSO

OLKA: 5,5 – La povera cultista era riuscita a provocare Trevor ma niente rissa degna di un saloon. Perde in duello (almeno noi siamo convinti così) solo perché il chierico è un raccomandato dall’alto – CAN CHE ABBAIA…

LIZARDFOLK: 4,5 – Coordinati peggio dell’Inter di Mazzarri, fanno catenaccio ma non la spuntano con l’attacco a triangolo scaleno degli eroi. Finisce nella vergogna della cattura dell’ultimo sopravvissuto – PARENTI SERPENTI

TROLL: 5 – Sulle prime impensierisce parecchio il gruppo. È grosso, è forte e davvero molle. Sopperisce di fronte ai colpi divini del paladino che mozza arti meglio di un boscaiolo, ma continua a rigenerarsi come la disco anni ’70 fino a che viene bruciato – DISCO INFERNO

IL DM: 6 – Particolarmente provato, concede tanto, forse troppo e manca di lucidità davanti allo schermo. Non la migliore performance ma le cose succedono, girano e si prosegue verso un nuovo episodio – INTERLUDIATORE

View
Episode 11
Chi lascia la via vecchia per la nuova

Li avevamo lasciati li, dopo un lungo viaggio ed eccoli ripartire. Arrivata ad Alanna, la tentacolare città delle vele, la carovana si divide. I nostri sciagurati eroi vengono pagati profumatamente. Fatto questo, l’illusione di menare le mani con i Cultisti viene subito dissipata. Infatti i tre carri dei seguaci di Scilla proseguiranno verso nord. Riecco allora il gruppo ad un nuovo colloquio di lavoro per continuare a giocare alle spie.
La nuova carovana, più contenuta e meglio organizzata, parte alla volta di Reja e dopo alcune seccature di carattere squamoso – o per esser più prosaici dopo aver menato le mani con lucertoloidi e troll – il convoglio si ferma ad un autogrill.
Il contenuto dei carri viene scaricato per sicurezza e tutti speravano in un sosta tranquilla, tra camogli, rustichelle, confezioni giganti di cioccolato, cd di Gigi d’Alanna e libri best seller di moda.
Purtroppo i ragazzi ci hanno abituato male e l’occasione è propizia per una rissa con i Cultisti rimasti. Ci aspettavamo tutti una bella rissa alla Bud Spencer e Terence Hill, soprattutto dopo che ‪#‎Trevor‬, provocato da una cultista, le scaglia uno sgabello addosso, ma si risolve con un tenero duello all’ultimo sangue, dove il buon chierico esce vittorioso (e per poco non si fa scoprire).
Con la tensione degna di un derby romano, i nostri approfittano della sera per indagare con Jemna su strane voci relative al magazzino dove le casse sono state stipate e – non ci crederete mai – la refurtiva pare scomparsa. I nostri trovano fortunatamente un tunnel che attraversa il sottosuolo della palude e, mentre ‪#‎Adijsh‬ resta indietro per curare la via, ‪#‎Alrik‬, ‪#‎Keevan‬ e Trevor riemergono e risolvono l’arcano… che poi arcano non è: degli uomini lucertola hanno trafugato il tesoro delle razzie del culto e chissà dove lo stanno portando? Per fugare ogni dubbio, i nostri eroi glielo chiedono a suon di mazzate e scoprono l’esistenza di un fantomatico castello in mezzo alla palude. Si preannuncia un nuovo viaggio… e senza deodorante a portata di mano.

View
Beast Report Cards - Ep. 10
Valutazioni spiccie

ADIJSH: S.V. – purtroppo, o per fortuna, se ne sta tutto il tempo a fare gli affari suoi, intrattenendo donzelle ed energumene con la sua nuova carnagione degna di un puffo. – EIFFEL 65

ALRIK: 7 – ottima concentrazione di cinismo e gretto materialismo, Alrik ha la delicatezza di una balena spiaggiata. Sarà per quello che lo chiamano sempre quando c’è da giocare alla pignatta nanica? BUD SPENCER

KEEVAN: 7,5 – tutti i suoi dubbi più importanti si rivelano tali e vincerebbe anche il torneo “pane e volpe”. A fine episodio se la vede con il suo storico nemico e, da solo, gli fa fare la fine di prosciutto – SACRO AFFETTATORE

TREVOR: 6,5 – il nostro poco sant’uomo, dà spazio alla sua libido per diversi giorni e alla fine viene punito. Cade in molti cliché della trama, ma alla fine si merita il voto grazie ad un combattimento nudo e davvero sudato contro la sua misteriosa amante – CHI DI LANCIA FERISCE, DI LANCIA NON PERISCE

CARLON ALDAR: 3 – se la CIA avesse uomini così, avrebbe già chiuso da un pezzo. Lo hanno sgamato i Cultisti, i personaggi e buona parte della carovana. Non si vedeva una tale abilità da… beh, dai film di Rowan Atkinson – JOHNNY ENGLISH

I CULTISTI: 6 – riescono per buona parte del viaggio a passare inosservati, depistare gli eroi e, se non fosse per una gnoma rompiscatole, farla sotto i baffi a Keevan e compagni. Peccato, sarà per il prossimo episodio – PELLEGRINI
ARIETTA E ZALINA: 7 – queste due doppleganger riescono ad intrufolarsi bene nel gruppo e per poco non ne spezzano l’armonia… soprattutto perché un certo chierico non sa tenere fermi gli ormoni. Alla fine, però, le loro capacità telepatiche non riescono a salvarle. – TRAVESTITI

JEMNA GLEAMSILVER: 7,5 – per essere alta un metro e mezzo barattolo, questa gnoma sa il fatto suo. I nostri eroi fanno la fine di Scajola davanti alle sue abilità furtive. Non sottovalutatela se la vedete sotto di voi – AGENTE 003,5

LAGDEDROSA: 5,5 – Testardo come un mulo, per avere la sua vendetta su Keevan riemerge anche dall’oltretomba. Picchia sempre come un fabbro, ma il peso della reincarnazione, come gli anni o la luce sacra di un paladino, si fanno sentire – PROVACI ANCORA LAG

IL DM: 7 – insindacabilmente riesce ad orchestrare un miscuglio di eventi inutili giocando sui timori e sui difetti dei suoi giocatori, rendendo i 40 giorni di viaggio residui molto pulp. Le due battaglie sincronizzate sono la ciliegina sulla torta… salata – LA NOTTE DELLA TARANTINA

View
Episode 10
E alla fine arrivi a quel paese...

Li avevamo lasciati freddi e stanchi, a seguire una carovana che pareva non arrivare più. Ci stavamo anche un po’ annoiando, nonostante le trovate di ‪#‎Adijsh‬ per rendere più movimentato il viaggio.
Così i nostri eroi si sono dati una mossa e hanno affrontato gli inconvenienti del viaggio con la giusta malfidenza e un pizzico di voglia di menare le mani.
Hanno scoperto un sacco di intrighi e misteri che ai fini pratici era inutili o quasi.
Beh, ci sono state quelle specie di aquile giganti che hanno rapito due guardie o la spia dei Cantori d’Argento seppellita viva fino alla testa, le due conturbanti sorelle, sospettate di omicidi e avvelenamenti durante il viaggio, alcuni momenti romantici e bevute sospette. Per pura fortuna, inoltre, Trevor guadagna il favore della sua dea salvando una cerva dalla scure di ‪#‎Alrik‬ e riceve una lancia sacra.
A una decina di giorni da Alanna, poi, si uniscono alla carovana una gnoma molto sospetta e un alchimista pelato. La prima, di nome Jemna, si rivela una spia di una qualche organizzazione non meglio identificata e, con mezzi diversamente legali, salva un paio di volte gli eroi dall’essere riconosciuti come “i guastafeste di Pratosmeraldo”. Il calvo, invece, si fa chiamare Azbara Jos e forse potrebbe essere un mago. Attira subito dubbi facendosi dare un passaggio dai Cultisti di Scilla. Seguono momenti di tensione, paure, turni di guardia contestati, notti in bianco (in ambedue i sensi) e televendite di pentole a pressione.
Insomma, se queste sono le parti salienti del viaggio, immaginate la noia.
Il bello però, avviene il giorno prima di giungere ad Alanna.
Durante la sosta per il pranzo Trevor si apparta, come suo solito, con una delle due sorelle. Adijsh, tutto blu dalla testa ai piedi, se ne resta insieme a Ylenia, una ragazza tutta verde dalla testa ai piedi. Alrik e ‪#‎Keevan‬ si fanno convincere dalla trama e dalla seconda sorella a scortar quest’ultima in un campo di fiori.
Ecco la debole scusa per l’azione.
In realtà è stata giocata bene, ma detta così risulta fragile, no?
Comunque, nel bel mezzo della passione la ragazza di Trevor si fa prendere da un fervore assurdo e inizia a picchiarlo violentemente. Il chierico capisce che qualcosa non va e nudo come un verme si ritrova solo la lancia in mano. Sì, quella magica che ha ricevuto dalla sua divinità.
Mentre lo scontro si fa feroce, nel campo di fiori ricompare il mezzodrago Lagdedrosa che chiede la sfida finale al paladino… mentre la seconda sorella, nella sua inquietante ingenuità, coglie l’occasione per attaccare Alrik.
Vi chiederete: “com’è possibile che quel coso con la faccia di drago sia ancora vivo?” E infatti non lo è! La trama lo giustifica come un Raevenant, un essere animato da vendetta, un po’ come Andrew Howe quando la ragazza più sveglia gli rubava l’ultimo kinder bueno.
Segue uno scontro al limite dell’umano, Con le due sorelle che dimostrano di essere doppleganger e i nostri che si battono disperatamente per non morire. Alla fine, dando fondo a tutte le loro abilità, riescono a sconfiggere i nemici e portare ad Alanna la pellaccia… ma che fatica. Soprattutto per il povero Adijsh, ignaro di tutto…

View
Beast Report Cards - Ep. 09
Nuove valutazioni

ADIJSH: 4 – se leggete l’episodio scoprirete che ne ha fatte peggio di Bertoldo. Se sentite di un corso di formazione per stregoni selvaggi chiamatelo pure. Ma soprattutto: perché brucia tutto un bosco e finisce la sessione tutto blu?– AVATAR

ALRIK: 7.5 – una macchina da guerra ambulante. Affetta nemici con la stessa facilità di un miracle blade serie quattro (come i suoi critici). Diffidate dalle imitazioni – THANKS CHEF TONY

KEEVAN: 6.5 – qualche difettuccio sulle contrattazioni lo deviano dalla retta via? Poco male, ci pensano le battaglie a farlo tornare affilato come la sua spada. Utilissimo il gioco di difesa con il muro di scudi in team con il nano – CATENACCIO ALL’ITALIANA

TREVOR: 6.5 – il ritorno di Trevor si vede soprattutto nella cura che ci mette verso i suoi compagni. Non chiedetegli di colpire, tanto manca il bersaglio otto volte su undici. Ma almeno salva Keevan e Adijsh da morte certa. – ER CHIERICI IN PRIMA LINEA

MIDRON IL MODRON: 4 – nonostante la valutazione, è il vero eroe della partita. Viene evocato, non capisce nulla e mena lo stregone per la sua ennesima cavolata. Ma se sei di metallo e vieni da Mechanus, perché mai dovresti accettare un pagamento in sassi? Cosa diavolo passa nella testa degli stregoni di oggi? – ORO ET LAVORO!

SIR HECTOR REDFOX: 5.5 – Spocchioso e troppo snob per la plebaglia degli spettatori paganti, riscuote la simpatia della classe borghese privilegiata. Era da alcuni episodi che si cercava qualcuno di così inutile – PLEONASTICAMENTE NOBILE

GLI HOBGOBLIN: 7 – con un’organizzazione marziale degna di un Pendolo di Newton, si coordinano e fanno faville. Con il d20 di Alrik potevano anche portare a chiusura anticipata la serie. – SQUADRA FORTISSIMI

GLI ETTERCAP: 6 – L’unico vero pregio, riconosciuto da tutti gli attori e comparse, è stato quello di bloccare in una raganatela Adijsh per evitare altri danni ai suoi compagni. La loro casa, però, è bruciata lo stesso – SPIDERMAN HOMELESS

IL DM: 6 – per cambiare un po’ aria, organizza la partita in un altro locale. Dopo un’ora tutti sono sbattuti fuori causa chiusura. Si salva in corner con una nuova location e con l’intento omicida degno di leone frustrato, frustrato appunto perché bastavano 2 punti in più… – DELOCALIZZARE ALL’ESTERO

View
Episode 09
Brutti incontri sulla via

La strada è una brutta bestia.
dnd-party1.jpgO meglio le bestie che si incontrano lungo la strada sono brutte. Il viaggio verso Alanna è lungo e se ti assumono come guardia di una carovana nelle terre selvagge, non puoi non fare brutti incontri sulla via.
Eviteremo di parlare di ore e ore di noiosi panorami, albe dorate e tramonti nostalgici, di descrivere dettagliatamente boccioli selvaggi o odorosi alberi fioriti.
Tanto i nostri protagonisti non li apprezzano nemmeno.
Parliamo piuttosto dei fatti salienti. Eccone un paio, tutti per voi.
È l’ottavo giorno di marcia e la strada è bloccata da un assalto ad una carovana di mercati. Gli eroi si lanciano in avanscoperta e ingaggiano una furiosa battaglia contro un’affiatata banda di hobgoblin dalla fiatella sdrucciolevole e dalle coreografie degne di un film di Jackie Chan. Si vedono botte da orbi. ‪#‎Keevan‬ viene abbattuto e tutto sembra andare per il verso sbagliato. Tutti si chiedono dove fosse finito lo stregone…ora ve lo racconto: mentre gli altri erano partiti in carica esponendosi ad una fitta salva di frecce, ‪#‎Adijsh‬ entra in modalità selvaggia e scatena una serie paradossi magici assurdi. In ordine:
- evoca nebbia e perde l’orientamento;
- evoca un ‪#‎modron‬ e lo insulta lanciandogli una pietra (segue inutile contrattazione e scaramuccia);
- diventa tutto blu come un puffo gigante;
- si teletrasporta a zonzo;
- perde tutti i capelli e appare a tutti come il Dottor Manhattan;
- evoca un’altra nebbia direttamente da Pavia;
- recupera della magia, perché ‪#‎wildmagic‬ rulez!!!
Alla fine smette di fare stupidate, solo perché un paio di colpi vanno a segno e gli altri compagni sfruttano lo sconcerto degli hobgoblin per eliminarli (ricordiamo anche tre critici di ‪#‎Alrik‬).
Al decimo giorno, dopo aver curato il cavallo di un nobile, il convoglio passa in mezzo ad un pallido bosco pieno di ragnatele. Manco a farlo apposta, vengono attaccati da? Spiderman!!! No, in realtà sono Ettercap, ma il concetto è uguale. Tanti ragni escono dal bosco e alcune creature umanoidi rubano il cavallo di sir Hector che trasporta documenti preziosi. Gli eroi si fanno avanti (Keevan chiede e ottiene il destriero del nobile come ricompensa) e partono all’inseguimento dei nemici aracnidi. Arrivati ad una radura, vedono le creature che si stanno per cibare dell’equino, quando Adijsh ha un’idea geniale: potenzia le sue mani brucianti e incendia mezzo bosco colpendo tutti i nemici, ragni da compagnia compresi! Peccato che le ragnatele sommate al fuoco facciano un brutto effetto e così lo stregone innesca un incendio enorme, uccidendo anche il cavallo tanto desiderato dal paladino. A quel punto, un Ettercap riceve una standig ovation per bloccare i movimenti del pazzo piromane, mentre infuria il combattimento. Il gruppo ne esce vincitore alla fine. Vengono recuperati i documenti e danno pure una sbirciatina a quelli non sigillati. Chiusa la “pratica”, raggiungono la carovana che sta uscendo dal bosco in fiamme.
Adijsh, con la faccia blu di chi ne ha combinata una grossa, viene slegato da ‪#‎Trevor‬ solo alla fine della fuga. Pronto per nuovi disastri!?!

View
Beast Report Cards - Ep. 08
valutazioni cattive

ADIJSH: 5 – privo di idee brillanti o quantomeno alti punteggi negli esami di botanica, mette in allarme tutti con il populismo sul mondo dei funghi: se non son porcini, sono tutti velenosi! – DOTTOR SCOTTI

ALRIK: 6 – Finalmente sfrutta il suo essere artigiano e ottiene tutti i pass necessari per i privè dei suoi colleghi. Andava bene, fino a che ha deciso di mozzare teste ai bulletti di periferia senza arte ne parte. – L’AFFETTAGUITTI

KEEVAN: 6 – nonostante dia il suo meglio sul campo di battaglia, ci prova qui come personal shopper. Certo non fa chiudere i migliori affari, ma non delude alla cassa. Inoltre, tenendo lui il tesoro ha un plafond sulla carta di credito molto alto e ne approfitta per le stanze migliori della città – AMERICAN EXPRESS

TREVOR: 7 – a volte è troppo esagerato nelle sue richieste, ma quando si tratta di adoperarsi per gli altri con un secondo fine è imbattibile: trova lavoro come guardie per tutti, compresa tredicesima, ferie pagate e trasferte pagate, peccato che Adijsh gli rovini sempre metà del lavoro – CAMUSSO IN ARMATURA

QUARRIN IL MONCO: 6,5 – titolare della miglior armeria di Onstongate, è una persona dolce come un succo di limone con grani di pepe nero e fermentato nell’aceto. Eppure regala quelle gioie che solo chi deve cambiare auto o armatura può capire – SCONTI DI FINE STAGIONE

EDHELRI LEWEL: 6.5 – per essere un’elfa, è un’ottima datrice di lavoro. si diceva, però, che gli orecchiappunta amassero gli alberi, non li commerciassero… cosa ci sarà di oscuro nel suo passato? – BELLEZZA SILVANA

LASFELRO IL SILENTE: 6 – un uomo, un mistero. Quanod non lo guardi ride e canticchia, quando lo fissi sembra gelido come una statua, o meglio, come il gargoyle che si porta appresso sul tetto del suo carro blindato. Nasconderà forse, magari, lontanamente un oscuro segreto? – NON CHIAMATE SHERLOK HOLMES

LA BANDA DEL SOLE DORATO: 3 – in realtà si dimostrano solo dei buffoni di tredicesima categoria. Riescono ad infinocchiare un mercante ma, appena girano mazzate, ci restano secchi. – SENZA SPERANZA

IL DM: 5 – non sempre si può arrivare preparati ad affrontare tutto. Soprattutto quando pensa a un episodio dinamico e nel gestirlo si rivela una partita a Mercante in fiera a Santo Stefano. Vedremo che strada ha progettato per i nostri eroi – CHIAMATE MICHEAL BAY

View
Episode 08
On the road

Avevamo lasciato gli eroi in partenza da Eluntel verso una missione di spionaggio: seguire una carovana di cultisti di Scilla e scoprire dove avrebbero portato i frutti dei saccheggi di Pratosmeraldo e altri paesini. Quindi, come hanno passato i giorni sulla chiatta fino a Onstongate non interessa a nessuno, giusto? Neanche ai protagonisti. Il problema è che, invece di cercare informazioni nella grosso città di frontiera, i nostri intrepidi avventurieri hanno iniziato a cercare di svendere tesoro e darsi ad acquisti con una sessione interpretativa degna di Geoffrey Rush in “La miglior offerta” di Tornatore. È solo il caso più fortuito, evitando di citare Martellone di Boris, che permette alla truppa di avere informazioni sul loro obiettivo: immaginate il burino peggiore da taverna che tra un rutto e una scaccolata si fa offrire una birra e spiffera di gente ricca che acquista carri per la carovana in partenza. Ecco più o meno le cose sono andate così. Il giorno dopo, quindi, tutti a farsi ingaggiare come guardie del corpo del convoglio. Qui, la parlantina svelta di ‪#‎Trevor‬ fa da padrona e, nonostante ‪#‎Adijsh‬ ce la metta con la magia per farsi lasciare a casa, riesce a trovare per tutti un lavoro. La carovana contra quattordici carri e una decina di mercanti, alcuni personaggi secondari interessanti più un sacco di comparse sostanzialmente inutili e ingaggiate più per la gloria che per i soldi. Trevor e Adijsh viaggiano con un’altezzosa Elfa, Edhelri, mentre ‪#‎Alrik‬ e ‪#‎Keevan‬ con un damerino che commercia tutti quei profumi che non trovi nelle pubblicità in TV.
Possibile che il viaggio possa procedere liscio?
Ovviamente no.
Infatti, dopo alcuni giorni, una pioggia torrenziale inizia a lavare tutti e il DM chiude i rubinetti solo dopo due giorni.
OOC_zpsda08dc54.jpg
Ma sorpresa!
Il convoglio si trova in mezzo ad un campo di funghi azzurri, alti fino a un metro e mezzo.
Adijsh spaventa tutti dicendo che sono velenosi, perfino mortali, ma dopo un po’ di disinfestazione e trifolatura si copre che l’unico effetto è quello di deprimere chi entra in contatto con le spore. La strada però ha altre insidie. Alcuni giorni dopo, durante la sosta ad un villaggio, alcuni gaglioffi che fanno capo alla fantomatica “banda del sole dorato” cercano di prendersi il lavoro di Alrik e Keevan. Tra insulti, fanfaronate, urla e dimostrazioni di machismo degne dello spogliatoio della Roma, si passa alle armi. Il nano all’inizio le prende, mentre gli altri contengono i guitti avversari. Alrik, però, si ricorda di avere in mano un ascia e decide di tagliare la testa al Toro. Si il capo della banda avversaria si faceva chiamare Toro. Alla fine il nano viene lo stesso licenziato e uno strano tizio, Lasfelro il Silente, con il suo inquietante carro protetto da un gargoyle incatenato decide di assumerlo: senza contributi!

View
Beast Report Cards - Ep. 07
Cos'avranno combinato oggi???

ADIJSH: 6 – prendi una donna, trattala male… il nostro affascinante Adijsh scopre alla settima puntata le sue qualità di seduttore e nobilmente si lancia in avances verso cameriere e contadine. Come resistere al suo sex appeal? Certo che se concretizzasse di più in campo… – IL MEZZELFO CHE NON DEVE CHIEDERE MAI

ALRIK: 6 – ci rende partecipi che il suo nome va scritto con la “K” finale… e sottolinea il tutto a filo d’ascia. In taverna a Elunter illumina tutti con la cultura del suo popolo, sfoggiando canti, rutti, risse e dita nel naso – ENCICLOPEDIA TRENNANI

BRYAN: 5 – Sottotono rispetto ad altre performance, resta a bordo campo e si gode la sua paghetta. Poi, vuoi le scelte degli sceneggiatori, vuoi una paternità improvvisa, esce dal cast per questa stagione. Lo aspettiamo presto – SEI FORTE PAPA’

KEEVAN: 5,5 – dopo aver massacrato per svariati episodi i koboldi, si fa impaurire da un paio di loro armati di petardi. In città sfoggia tutta la sua nobiltà d’animo paladinica nella contrattazione di oggetti preziosi depredati dal covo del nemico che a loro volta erano stati razziati dal villaggio di Pratosmeraldo. Quello che si dice rubare ai ricchi (cultisti) per dare ai poveri (PG) – ROBIN HOOD

TREVOR: 4,5 – inaugura l’episodio con una frana generale che per poco lo seppellisce definitivamente. Il salvatore per una volta viene salvato e poi inizia a dare consigli che se seguiti, ma per fortuna ignorati, avrebbero portato tutti a vincere una crociera eterna sulla barca di Caronte. Vista inferi. – L’UOMO CHE SUSSURRAVA CAVILLI

KOBOLDI: 7 – si prendono la rivincita e per poco non accoppano il paladino che fugge indecorosamente. Poi si preparano ad un esodo forzato e non si vedono più – IL RISCATTO DI UN POPOLINO

STIRGI: 8 – per la serie “non disturbare la zanzara che dorme”, tornano in scena i famigerati pizanzelli. E i nostri sciagurati eroi ne approfittano per una donazione Avis fuori programma che per poco non li lascia prosciugati – IL MIGLIOR CROSS OVER TRA BATMAN E TWILIGHT

LEOSIN: 5 – lo avevamo lasciato su un letto ferito a morte e ora è miracolosamente tornato i scena. prodigi di Hollywood gente. Peccato che come reclutatore di spie fa ancora pena, così si porta via Bryan e rosica un po’ per essere stato snobbato dagli altri – AGENTE SMITH

ONTHARR FRUME: 7 – il classico cavaliere alto, muscoloso, con gli occhi azzurri e i capelli biondi? No grazie! Noi il grande eroe lo vogliamo grosso, peloso, grasso, calvo e ubriacone. Eppure il suo fascino ce l’ha e vince anche la gara di rutti! – ORLANDO SCONTROSO

IL DM: 6,5 – di più non poteva fare oggi. Onestamente, prepara cose favolose ma il cast decide di bighellonare un po’ troppo. Alla fine, riesce a risollevare la tensione grazie ad ottime comparse. Forse con un pesce rosso vicino potrebbe dare di più? – BORIS

View
Episode 07
CHIUSA UNA PORTA, SI APRE UN PORTONE

Che botte, ragazzi, che botte. Strizzati come una spugna, i nostri eroi hanno perdurato nel loro attaccamento alla vita ma ormai sono davvero alla frutta. Pare sia il momento di una ritirata strategica e a farne le spese è il nostro ‪#‎Trevor‬ che si fa franare addosso roccia da 9 metri di camino naturale. Mentre ci si adopera per l’evacuazione della truppa, però, i koboldi tornano vigliaccamente alla ribalta, puntando sull’ultimo della fila. Il nostro paladino del cuore si salva per il rotto della cuffia e conduce una poco decorosa ritirata verso l’aria aperta e relativa salvezza.
Imboscati come delle coppiette, i nostri passano la notte riposandosi. Qualcuno pensa anche a pomiciare, ma niente di serio.
Il mattino dopo, il gruppo ha la bella pensata di tornare alla caverna ma oramai è più deserta della casa del tuo miglior amico il giorno dopo la festa spaziale dove hai conosciuto quel bel tipino, con i genitori che tornano nel pomeriggio e nessuno si è fermato per pulire. La tana infatti resta piena di sporcizia, trappole mortali e grossi insettazzi malevoli che succhiano sangue manco la festa l’avessero fatta a Pavia.
Delusi, i nostri decidono di recarsi quindi verso Elunter, acquistando altri cavalli (‪#‎Keevan‬ è oramai al quarto equino in dieci giorni).
La noia del viaggio porta subito alla ridente cittadina fluviale dove i nostri incontrano nuovamente il monaco Leosin, maestro di ‪#‎Bryan‬ e Ontharr Frume, paladino obeso a capo dell’Ordine del Pugno di Pietra.
Tra l’altro, ser Frume è anche responsabile di aver instillato idee progressiste al giovane ‪#‎Adijsh‬, con tutte quelle sciocchezze su uguaglianza, goliardia e piaceri della vita.
Dopo bevute, cantate, negoziazioni, bracci di ferro, sveltine e televendite di materassi, il discorso si fa serio. Così il gruppo lascia #Bryan con il suo maestro e decide di inseguire verso est il Culto di Scilla.
Indossati i panni di Indiana Jones, si parte alla ricerca della carovana perduta, che contiene i tesori razziati nel corso dei mesi dai dragofanatici.
Tra l’altro #Trevor si fa ingabbiare dal marketing elettorale dell’ OPdP e ci si tessera.
Ma dalla prossima puntata inizia il viaggio, quello vero. Organizzato dal peggior tour operator in circolazione: IL DM!!
02_LATEST-STORY_Factions_OOTG_InlineR_140702.jpg

View

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.