Tyranny of Dragons - Spoiler

Episode 11

Chi lascia la via vecchia per la nuova

Li avevamo lasciati li, dopo un lungo viaggio ed eccoli ripartire. Arrivata ad Alanna, la tentacolare città delle vele, la carovana si divide. I nostri sciagurati eroi vengono pagati profumatamente. Fatto questo, l’illusione di menare le mani con i Cultisti viene subito dissipata. Infatti i tre carri dei seguaci di Scilla proseguiranno verso nord. Riecco allora il gruppo ad un nuovo colloquio di lavoro per continuare a giocare alle spie.
La nuova carovana, più contenuta e meglio organizzata, parte alla volta di Reja e dopo alcune seccature di carattere squamoso – o per esser più prosaici dopo aver menato le mani con lucertoloidi e troll – il convoglio si ferma ad un autogrill.
Il contenuto dei carri viene scaricato per sicurezza e tutti speravano in un sosta tranquilla, tra camogli, rustichelle, confezioni giganti di cioccolato, cd di Gigi d’Alanna e libri best seller di moda.
Purtroppo i ragazzi ci hanno abituato male e l’occasione è propizia per una rissa con i Cultisti rimasti. Ci aspettavamo tutti una bella rissa alla Bud Spencer e Terence Hill, soprattutto dopo che ‪#‎Trevor‬, provocato da una cultista, le scaglia uno sgabello addosso, ma si risolve con un tenero duello all’ultimo sangue, dove il buon chierico esce vittorioso (e per poco non si fa scoprire).
Con la tensione degna di un derby romano, i nostri approfittano della sera per indagare con Jemna su strane voci relative al magazzino dove le casse sono state stipate e – non ci crederete mai – la refurtiva pare scomparsa. I nostri trovano fortunatamente un tunnel che attraversa il sottosuolo della palude e, mentre ‪#‎Adijsh‬ resta indietro per curare la via, ‪#‎Alrik‬, ‪#‎Keevan‬ e Trevor riemergono e risolvono l’arcano… che poi arcano non è: degli uomini lucertola hanno trafugato il tesoro delle razzie del culto e chissà dove lo stanno portando? Per fugare ogni dubbio, i nostri eroi glielo chiedono a suon di mazzate e scoprono l’esistenza di un fantomatico castello in mezzo alla palude. Si preannuncia un nuovo viaggio… e senza deodorante a portata di mano.

Comments

alexxan

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.